Head of Security Engineering

Crittografia end-to-end presto disponibile anche per Zoom Phone e Sessioni secondarie

Crittografia end-to-end presto disponibile anche per Zoom Phone e Sessioni secondarie

L'invio e la condivisione dei dati sono questioni delicate e richiedono soluzioni innovative personalizzate per offrire un'adeguata protezione. Per questo abbiamo rilasciato alcune funzionalità fondamentali – il controllo dell'instradamento dei dati, le notifiche sulla privacy all'interno del prodotto, la crittografia end-to-end (E2EE) e altro ancora – per offrirti più insight e controllo sulle tue informazioni.

Siamo felici di annunciare che la nostra funzionalità di crittografia end-to-end sarà presto disponibile per Zoom Phone e le Sessioni secondarie – altre due modalità in cui potrai usare Zoom per comunicare in modo agevole e sicuro.

Crittografia end-to-end (E2EE) per Zoom Phone

Avrai a disposizione una nuova opzione per aggiornare la E2EE durante le chiamate telefoniche individuali tra utenti dello stesso account Zoom effettuate tramite lo Zoom desktop client. Durante una chiamata, se selezioni "Altro" vedrai l'opzione per trasformare la sessione in una telefonata con crittografia end-to-end. L'aggiornamento è immediato e aggiunge un ulteriore livello di privacy alle tue chiamate telefoniche effettuate tramite Zoom. Quando è abilitata, la E2EE utilizza chiavi crittografiche note solo ai dispositivi del chiamante e del ricevente per crittografare la chiamata. Inoltre, gli utenti avranno l'opzione di verificare lo stato della E2EE fornendosi a vicenda un codice di sicurezza univoco.

E2EE ZP

Per trasformare una telefonata Zoom Phone in una chiamata con crittografia end-to-end, dovrai prima mettere in atto alcune azioni:

  • L'amministratore dell'account dovrà attivare la E2EE tramite il web portal
  • I chiamanti dovranno essere sullo stesso account Zoom e potranno effettuare solo chiamate individuali
  • Entrambi i chiamanti dovranno utilizzare il client desktop o mobile di Zoom Phone (PSTN non supportato)
  • Entrambi i chiamanti dovranno disabilitare l'opzione registrazione automatica delle chiamate

E2EE per le Sessioni secondarie

Vuoi organizzare una riunione con E2EE ma vorresti suddividere i partecipanti in gruppi più piccoli per avere discussioni più mirate? Molto presto potrai farlo: E2EE per Zoom Meetings sarà disponibile per le Sessioni secondarie.

L'esperienza sarà la stessa di una riunione standard con la E2EE, con la differenza che a ogni sessione secondaria viene attribuita una chiave crittografica univoca della riunione. Puoi usare questa funzionalità quando ti serve aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alle conversazioni private e importanti, oppure se vuoi semplicemente raggruppare alcune persone durante una riunione con E2EE. 

Per scoprire come abilitare la E2EE per Zoom Meetings sul tuo account, visita questo articolo di supporto

Sicurezza senza compromessi

Che si tratti di E2EE per Zoom Phone e le Sessioni secondarie, del nostro strumento di protezione dal furto dell'account, o degli aggiornamenti automatici – ci impegniamo a rendere la sicurezza accessibile a tutti. Questi sono solo alcuni degli strumenti semplici da utilizzare a cui puoi affidarti per proteggere le tue informazioni e allo stesso tempo garantire un'esperienza Zoom flessibile e affidabile. Il nostro design fluido e innovativo non esclude un modello di sicurezza solido, e viceversa – al contrario, sono l'uno parte integrante dell'altro.

Esplora il nostro Trust Center per avere maggiori informazioni sulla sicurezza e sulla privacy di Zoom.

Don't forget to share this post